- Imperia e dintorni

outdoor

Questa è una delle più belle porzioni di terra ligure, tra spiagge, borghi storici e passeggiate nell’immediato entroterra.

Imperia, due cittadine in una

Imperia nasce nel 1923 dall’unione dei due centri abitati di Oneglia e Porto Maurizio, un tempo rivali. Per questo motivo a Imperia possiamo trovare due porti, due centri storici e due tipi diversi di spiaggia, un tempo anche due santi patroni.

Imperia è senza dubbio una città a misura di famiglie e bambini.

Cosa vedere a Porto Maurizio?

Una visita della città richiede poco tempo, ma ci sono delle tappe da fare assolutamente imperdibili. Partendo da Imperia Porto Maurizio il parasio è in assoluto una delle zone più belle. Un dedalo di viuzze, piazze, caruggi e palazzi storici. Le logge di Santa Chiara si affacciano sul mare e offrono una vista davvero suggestiva, soprattutto al tramonto.

Da qui si può arrivare nella piazza centrale, dove sorge l’imponente Duomo di San Maurizio, edificato a cavallo tra il ‘700 e l’800 in stile neoclassico. Vale la pena salire sulla cupola, che offre una vista a 360 gradi sul panorama circostante.

La tappa successiva è borgo marina, dove si trova il porticciolo con le barche ormeggiate, la chiesetta Stella Maris e una zona pedonale, con giochi per bambini, locali, ristoranti e gelaterie. Senza tralasciare le spiagge, di sabbia fine, acqua trasparente e fondali bassi, l’ideale per i bambini.

Le attività e gli intrattenimenti qui non mancano di sicuro. Sono certa che adulti e bambini torneranno a casa soddisfatti.

Attraverso la bellissima passeggiata degli innamorati, una stradina a picco sul mare, si arriva alla foce, altra zona pedonale molto carina, con casette colorate e tipici ristorantini di pesce.

Ultima tappa è l’imperdibile salita al Monte Calvario, da dove si ammira uno splendido panorama sulla città di Porto Maurizio.

Cosa vedere a Oneglia?

La visita di Oneglia parte dalla banchina del porto, dove al mattino i piccoli pescherecci sono ormeggiati e vengono sbarcate le cassette ricolme di pesce appena pescato.

Consigliamo una passeggiata sul molo fino al faro, da qui lo scorcio più bello di Oneglia: le case color pastello addossate le une alle altre, le barche e gli eleganti yacht ormeggiati e la gente che passeggia al sole, un quadretto che sembra un dipinto a olio. Andando verso Diano Marina troviamo una passeggiata pedonale, la spianata, che si interrompe dopo 200 m. Volendo si può proseguire lungo la strada sul mare, dove si trovano le spiagge, per arrivare fino a un grosso scoglio chiamato Galeazza.

Imperia è una città affascinante che merita di essere scoperta non soltanto durante l’estate.

Dalla banchina si arriva a piazza San Giovanni, dove sorge l’omonima chiesa barocca del ‘700. La via pedonale porta sotto i portici, dove si trovano negozi e boutique; alla fine si arriva nella piazza principale della città, piazza Dante, al cui centro si erge una fontana.

Cosa vedere nell’entroterra di Imperia?

Alle spalle di Imperia ci sono le colline e i monti, che permettono di fare delle belle escursioni immersi nella natura. Citiamo il monte Saccarello, il Pizzo d’Evigno e il monte Faudo.

Ma vale la pena fare una gita nell’entroterra anche per i meravigliosi borghi liguri che troviamo nelle vallate, lontani dalla costa e dalla più frenetica vita cittadina. Parliamo di Pieve di Teco, Bajardo, Apricale, Ceriana, Triora, Dolceacqua, Seborga, Bussana Vecchia e tanti altri paesini tutti da scoprir